FESTA DELL' ANNUNCIAZIONE DELLA B. V. MARIA                       Una sorgente nel deserto

25.03.2020

Con nostra sorpresa troviamo in Quaresima un'oasi natalizia (cfr. Dom. VI d'Avvento). Nove mesi, con oggi, ci separano dal Santo Natale. Ed allora la Chiesa con l'odierna Liturgia, accenna ai cristiani il tempo profondo e misterioso, durante il quale il Verbo Divino fu nascosto nel seno immacolato di Maria. Questi mesi, perciò, sono un'unica festa, celebrata in pio silenzio, a memoria del grande Mistero. Così, nell'Anno Sacro corrente è posto il germe di quello seguente. Anzi contemplando il ciclo liturgico in corso, attraverso il velo delicato di questa festa silenziosa di Maria, possiamo comprendere i celesti segreti che erano in cuore alla Madre di Dio. Se, infatti, nel terrestre paradiso di peccato, si venne preparando la rovina, di cui poi tutto il mondo ha sofferto; in Maria, invece, terrestre paradiso di grazia, si venne preparando la salvezza, di cui ora tutto il mondo gode. Così, mediante questa festa di Maria, ogni Anno liturgico è frutto della salvezza venuta e promessa di quella ventura.

Letture: Isaia 62, 8-12; 63, 1-4

San Paolo ai Filippesi 4, 4-9

Vangelo secondo Luca 1, 26-38

26 Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, 27 a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 28 Entrando da lei, disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te». 29 A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. 30 L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. 31 Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. 32 Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre33 e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».

34 Allora Maria disse all'angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». 35 Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. 36 Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: 37 nulla è impossibile a Dio». 38 Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l'angelo partì da lei.